Tabellini 2006-2007

[ Calendario ]

 
Campionato Promozione Girone "E"
5° giornata - 01/10/2006
 
MELEGNANESE - S. ANGELO     1 - 1
Marcatori : 27' st Zanelli, 39' st Sangermani F.
 
Formazioni :
MELEGNANESE : Conti, Famiglietti A., Zanelli, Cavalli (15' st Pavesi), Giurdanella, Beltrami, Pecorari (35' st Ventra), Corcelli, Piazzoli, Solimeno M., Sali (45' st Abbattista).
Allenatore : Solimeno R.
 
S. ANGELO : Galmozzi R., Vigorelli O. (35' st Piacentini), Cabrini, Bassi, Crippa, Princiotta, Fassina (30' st Tudoronu), Rossi (33' st Sangermani F.), Stabilini, Manna, Daccò A..
Allenatore : Daccò
 
Arbitro : Barzagni di Seregno
 
Note : .
 
Calcio - Promozione/Girone E Pur in inferiorità numerica, la squadra di Daccò evita la sconfitta quasi allo scadere
Il S. Angelo si salva ancora con il cuore
La Melegnanese passa con Zanelli, Sangermani pareggia nel finale

MELEGNANO È stato necessario consultare il preziosissimo archivio personale di Virgilio Oleotti, storico vice presidente onorario della Melegnanese per risalire alla data dell'ultima sfida tra Melegnanese e S. Angelo. Era il campionato di Promozione 1971/72 quando le due squadre si trovarono di fronte per l'ultima volta in gare ufficiali. Esattamente il 5 dicembre del '71 a Sant’Angelo la partita di andata terminò 0-0, così come nel girone di ritorno il 16 aprile del 1972 la sfida si concluse a reti bianche. Da lì in poi le strade delle due gloriose società si divisero, con il S. Angelo che riuscì a mantenersi su livelli sempre più alti rispetto alla Melegnanese. Adesso a distanza di 35 anni il destino ha voluto far rivivere questo suggestivo incontro, anche se con progetti e stati d'animo differenti. Da una parte la Melegnanese che vuole quanto prima mettere a frutto gli ambiziosi programmi, dall'altra il S. Angelo che dopo le note vicissitudini societarie deve necessariamente accontentarsi di un inevitabile ridimensionamento. La partita vive un po' questa situazione riflessa con la Melegnanese che per lunghi tratti domina e crea numerose occasioni da rete non adeguatamente sfruttate, se si eslcude lo splendio tiro al volo di Zanelli, e con il S. Angelo che proprio nel momento più difficile riesce a trovare la forza per rimediare un punto d'oro con la velenosa devizone sottoporta di Federico Sangermani. Il primo tempo è tutto di marca rossoblu e già dopo 2' Pecorari da pochi passi potrebbe far male, ma l'anticipo in angolo dell'esperto Crippa è provvidenziale. Al 20' bella combinazine tra Famiglietti e Sali con preciso traversone di quest'ultimo per il difensore rossoblu che a due passi da Galmozzi non trova il tempo per la battuta a rete. Al 24' Zanelli anticipa tutti su angolo di Sali, ma il suo colpo di testa finisce a lato. Al 27' Solimeno si libera bene al limite dell'area e cerca di sorprendere Galmozzi con un pallonetto che però lambisce la traversa. Il S. Angelo esce dal guscio al 29' e va vicinissimo al vantaggio. Fassina sfrutta un malinteso tra Giurdanella e Beltrami, ma il suo diagonale a tu per tu con Conti finisce alto. Ancora Solimeno protagonista al 33' quando servito da Sali, si gira e calcia, ma trova la grande risposta di Galmozzi. Al 33' colpo di testa sempre di Solimeno fuori di poco. Al 44' la più grossa delle occasioni con Cavalli che pescato in area da Zanelli colpisce di testa a due passi dalla porta, ma alza incredibilmente la mira. La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo, ma con il passare dei minuti è il S. Angelo che acquista maggior sicurezza. La Melegnanese si fa vedere con Pecorari (2') e Piazzoli (16'), mentre il S. Angelo con Stabilini (3') e Vigorelli (16'), ma pesa sui rossoneri l'espulsione di Daccò al 24'. I rossoblu infatti passano al 27' con Zanelli che sugli sviluppi di un angolo di Sali trova l'angolo giusto con un gran tiro al volo. Il S. Angelo non si arrende e pur in dieci trova il pareggio al 39' con Federico Sangermani (subentrato a Rossi) che spizzica di testa una punzione di Bassi dalla sinistra e sorprende Conti in uscita. Finsce con un pareggio che accontenta maggiormente la squadra di Daccò, mentre per la Melegnanese è la seconda rimonta subìta nel giro di quattro giorni.
Andrea Grassani

 
Il dopopartita Delusione per il tecnico di casa
Solimeno non ci sta: «Un’occasione persa»

MELEGNANO Al termine dell'incontro Raffaele Solimeno è, per un usare un eufemismo, piuttosto contrariato per l'esito della gara: «Dopo giovedì anche oggi ci siamo fatti rimontare - attacca il tecnico della Melegnanese - e se due indizi fanno una prova questo è molto grave. Facciamo troppi errori a livello di singoli e se giovedì potevo anche accettare il risultato oggi no. Una volta in vantaggio con un uomo in più dovevamo gestire la partita in tutt'altro modo. Non è automatico che chi è in superiorità numerica debba vincere per forza. La gestione di queste ultime due partite mi preoccupa molto perché si fanno troppi errori, che puntualmente paghiamo». Andrea Zanelli autore della prima rete in maglia rossoblu non ha molta voglia di festeggiare: «Siamo abbastanza amareggiati perché in superiorità numerica abbiamo subìto un gol che ci siamo in pratica fatti da soli. Peccato perché tra giovedì e oggi avremmo potuto raccogliere di più e questi punti potrebbero pesare parecchio, più avanti». Da parte su Paolo Daccò si gode il pareggio sul campo della capolista: «Nel primo tempo abbiamo sofferto parecchio - sostiene il tecnico santangiolino -, ma di fronte avevamo una signora squadra, esperta e che ci ha messi in difficoltà. Poi nel secondo tempo siamo andati meglio anche se dopo l'espulsione abbiamo ricominciato a soffrire. Una volta trovato il pari nel finale, pur non volendo prendere il secondo gol, abbiamo trovato gli spazi per cercare la vittoria. Complessivamente lo giudico un risultato giusto». Daccò poi traccia un primo parziale bilancio di questo inzio di stagione: «Per noi sarà necessariamente una stagione di transizione, siamo partiti da zero con un allenatore nuovo, e con un gruppo di giocatori nuovi, quindi pian piano cerchiamo di migliorarci». L'autore della rete che ha consenito al S. Angelo di uscire indenne da Melegnano porta la firma di Federico Sangermani, al suo secondo centro personale in questa stagione: «Se quello con il Calcio Spino non era servito a molto, questo invece è decisivo - afferma Sangermani - anche perché era un campo molto difficile. Certo dobbiamo ancora migliorare, soprattutto dopo aver visto il primo tempo, però nella ripresa siamo andati molto meglio e ciò ci lascia abbstanza soddisfatti».
Andrea Grassani

Articoli Tratti da "Il Cittadino" del 02/10/2006
 
 
 

 
 
 
Tabellini 2006-2007

[ Calendario ]

 
Campionato Promozione Girone "E"
22° giornata - 11/02/2007
 
S. ANGELO - MELEGNANESE     2 - 1
Marcatori : 40' pt Solimeno, 8' st Priori su rigore, 25' st Tuduroiu
 
Formazioni :
S. ANGELO : Galmozzi R., Vigorelli O., Piacentini, Bassi (38' st Vigorelli L.), Crippa, Podini, Fassina, Guarneri, Priori, Imparato, Tuduroiu (28' st Stabilini).
Allenatore : Daccò
 
MELEGNANESE : Conti, Parabiaghi, Zanaga Mauro, Cavalli, Scorletti, Famiglietti A., Pruneti, Corcelli, Zanaga Marco (19' st Pecorari), Solimeno, Sali (24' st Daccò).
Allenatore : Labadini
 
Arbitro : Spinelli di Busto Arsizio
 
Note : .
 
Calcio - Promozione/Girone E Un derby del Lambro dai due volti: la Melegnanese parte bene ma cede alla distanza
Il S. Angelo fa il colpaccio nella ripresa
Sotto di un gol, i rossoneri si scatenano con Priori e Tuduroiu

SANT'ANGELO LODIGIANO Il S. Angelo riprende a correre, la Melegnanese no. Nel derby del "Chiesa", che proponeva la sfida tra due compagini reduci da due brutte sconfitte esterne, alla fine a spuntarla sono stati i padroni di casa. A fare la differenza il secondo tempo, nel quale gli uomini di Daccò hanno saputo ribaltare il risultato della prima frazione che li vedeva sotto di una rete, nemmeno a dirlo del solito Solimeno (recuperato in extremis dall'influenza). Si diceva della ripresa e qui i meriti e le colpe vanno equamente suddivisi. Se infatti va dato atto ai rossoneri di essere scesi in campo con un piglio diverso rispetto all'apatia della prima frazione, agli uomini di Labadini bisogna invece imputare almeno una colpa: quella di aver smesso di giocare fino al 2-1 dei locali, salvo poi tentare senza frutto una sterile offensiva nel finale.
L'avvio offre poco e per assistere al primo tiro bisogna attendere un quarto d'ora. Priori, orfano del suo compagno di reparto Manna e assistito questa volta da Imparato, dopo aver difeso la sfera spalle alla porta, scarica sulla sinistra per l'accorrente Bassi che tuttavia dal limite manda a lato un diagonale mancino. La Melegnanese pratica al meglio l'arte delle ripartenze veloci. Come al 20', quando Corcelli sventaglia lungo per Solimeno, che in area supera Galmozzi in uscita grazie a un pallonetto che però si alza di un soffio sopra la traversa a porta vuota. A 5' dal riposo gli ospiti passano: Corcelli guadagna una punizione all'altezza del vertice sinistro dell'area barasina. Sulla zolla si presenta Solimeno, palla a giro e rete.
L'intervallo rimescola le carte e questa volta è il S.Angelo ad avere più assi nella manica. Al 2', Tuduroiu sciupa un'incredibile occasione sparando debolmente tra le braccia di Conti da distanza ravvicinata, mentre poco dopo, sugli sviluppi di un corner battuto da Guarneri, Fassina alza sopra la traversa dal limite. L'8' è il minuto che cambia le sorti del match: Tuduroiu scappa sulla sinistra e mette al centro per Priori, felino nell'anticipare di un soffio l'intervento scomposto di Scorletti che lo atterra. Nessun dubbio per l'arbitro, è rigore e lo stesso Priori realizza (prima rete in rossonero per lui). Imparato, servito da un Priori galvanizzato, spreca il raddoppio poco più tardi, proprio come Famiglietti al 20', quando da due passi manda fuori. Al 25' si chiudono i conti. Guarneri batte teso al centro dalla destra e Tuduroiu, lasciato solo sul secondo palo, oltre alla palla scarica in rete tanta gioia e anche un pizzico di rabbia dopo un primo tempo così così. Da annotare due espulsioni, quella di Pruneti per proteste e quella di Piacentini per doppia ammonizione.
Matteo Talpo

Articoli Tratti da "Il Cittadino" del 12/02/2007