Tabellini 2018-2019

[ Calendario ]

 
Campionato Promozione Girone "E"
2° giornata - 16/09/2018
 
BRESSO - S. ANGELO      2 - 3
Marcatori : 24’ pt e 35’ pt Toscani, 42’ pt Siviero, 16’ st Constantin su rigore, 22’ st Maraschi su rigore
 
Formazioni :
BRESSO : Crudo, Minghetti, Gibelli, Andreoni, Assalini, Brignola, Giordano, Albamonte, Maraschio, Zumpano, Siviero.
Allenatore : Tomanin
 
S. ANGELO : Italiano, Baiardi (1’ st Spaneshi), Bolzoni (38’ st Galmozzi), Milani, Dragoni, Fondrini, Vigorelli (7’ st Allieri), Bontempi, Toscani, Constantin (35’ st Bertin), Odi (38’ st Merenda).
Allenatore : Tanelli
 
Arbitro : Re Depaolini di Legnano
 
Note :
 
Secondo successo consecutivo per la squadra di Tanelli, che si conferma a punteggio pieno
Bis di Toscani e Constantin su rigore: il Sant’Angelo firma l’impresa a Bresso

BRESSO Potrebbe essere una vittoria preziosa. Non tanto perché regala il primato in classifica sebbene in coabitazione con Atletico Sangiuliano e Basso Pavese, ma in quanto il campo del Bresso sarà di quelli ostici per tutti di qui alla fine del campionato. Il Sant’Angelo vince 3-2 al termine di una battaglia calcistica, non ingannino il risultato e la successione delle reti, che al quarto d’ora della ripresa vedeva avanti i rossoneri per 3-1 trascinati dalla doppietta di Toscani, cui le cure di Paolo Tanelli stanno facendo un gran bene, e dal rigore di Constantin, che in tre partite ufficiali tra Coppa e campionato ha già realizzato quattro gol. Il Bresso è squadra che manovra bene, il Sant’Angelo però finalizza maggiormente, per trovare una sintesi. Nel finale vengono espulsi prima Fondrini, la cui uscita costringerà i compagni a una ventina di minuti d’inferiorità numerica, e Minghetti per i locali, ma proprio a pochi istanti dalla fine. Il giro-palla, come si dice in gergo, è dei milanesi, i gol sono invece dei santangiolini: o meglio, di Toscani. Il centravanti rossonero, anch’egli a quota quattro marcature in stagione tra Coppa e campionato proprio come Constantin, al 24’ viene lanciato sul filo del fuorigioco dal classe 2000 Vigorelli, all’esordio in partita ufficiale, e come il Ronaldo “originale” mette a sedere Crudo per insaccare a porta vuota di sinistro. È invece uno svarione della difesa a consentirgli, 11’ più tardi, di rubare palla, di involarsi e di battere nuovamente l’estremo milanese con un tiro secco a fil di palo. Vittoria in carrozza? No, perché poco prima del riposo Siviero s’inventa un gran gol, e con un bolide dalla distanza batte Italiano al “sette”. Nella ripresa, al 16’, Minghetti atterra in area Constantin, che dal dischetto non perdona. Come non perdona Maraschi al 22’, quando riduce le distanze su rigore procurato dall’intervento di Spaneshi ai danni di Siviero. L’eccessiva doppia ammonizione comminata a Fondrini costringe il Sant’Angelo alla resistenza. E il fortino, in effetti, resiste.
Matteo Talpo

Articoli Tratti da "Il Cittadino" del 17/09/2018
 
 
 

 
 
 
Tabellini 2018-2019

[ Calendario ]

 
Campionato Promozione Girone "E"
17° giornata - 20/01/2019
 
S. ANGELO - BRESSO      0 - 0
Marcatori :  
 
Formazioni :
S. ANGELO : Italiano, Bontempi, Grandi, Milani, Dragoni, Fondrini, Giambelluca (25’ st Allieri), Greco, Toscani, Zingari (31’ st Pietra), Odi.
Allenatore : Tanelli
 
BRESSO : Crudo, Ripamonti, Gibelli (20’ st Menghetti), Andreoni, Brignola, Albamonte, Tremolada (25’ st Mainardi), Giordano, Maraschio (6’ st Hazah; 36’ st Trovato), Cavaliere (42’ st Spinella), Zumpano.
Allenatore : Tomanin
 
Arbitro : Zago di Conegliano
 
Note : ammoniti: Toscani, Andreoni, Fondrini, Bontempi, Hazah, Allieri; espulso: Toscani al 34’ st.
 
GIRONE E I rossoneri pareggiano in casa con il Bresso e la Trevigliese si avvicina
Sant’Angelo, polveri bagnate: tante occasioni ma nessun gol
La squadra di Tanelli fallisce un rigore con Odi nel primo tempo e tanti contropiede nella ripresa

SANT’ANGELO LODIGIANO  È un Sant’Angelo senza smalto, così la Trevigliese guadagna due punti e si fa sotto al secondo posto in classifica. Domenica strana, con i barasini che faticano a far esplodere tutto il loro potenziale offensivo e gli ospiti che per poco non piazzano il colpaccio. È una gara strana perché indecifrabile. Pur non giocando la miglior partita stagionale il Sant’Angelo le sue belle occasioni le costruisce, e nemmeno poche. È che non le sfrutta: vedi il rigore fallito da Odi al quarto d’ora o i numerosi contropiede non finalizzati per mancanza di precisione e lucidità negli ultimi trenta metri. Anche i milanesi comunque non è che stiano a guardare, e bisogna ringraziare la scarsa vena realizzativa di Zumpano se la porta rossonera rimane inviolata fino al fischio finale. Tra l’altro il Sant’Angelo è costretto anche a giocare in dieci uomini per l’ultimo quarto d’ora, quando Toscani reagisce in caduta dopo un contrasto con Hazah venendo espulso senza indugi dal direttore di gara (il match viene interrotto per consentire ai sanitari di soccorrere il giocatore ospite). Tanelli si ripresenta al “Chiesa” per la prima di ritorno schierando il 4-2-3-1: capitan Italiano in porta, Dragoni e Fondrini comandano il pacchetto arretrato con Bontempi e Grandi sugli esterni, Greco e Milani operano davanti alla difesa, mentre Odi, Zingari e Giambelluca hanno il compito di rifornire Toscani preferito dall’inizio a Pietra. La partita però comincia con un brivido, perché dopo soli 4’ ci vuole un colpo di reni di Italiano per respingere il tentativo avversario da due passi. In giornate storte è importante saper capitalizzare al massimo le occasioni che si presentano e quella sprecata al 14’ è grossa: ingenuità della difesa ospite che si fionda su Giambelluca ormai innocuo in posizione laterale, il direttore di gara è ben appostato e fischia il rigore; dal dischetto Odi la angola bene, ma il guizzo di Crudo alla sua sinistra è da applausi visto che riesce a deviare la sfera sul palo. Anche il Bresso però è sprecone: al 19’ non sfrutta un traversone da sinistra a destra, poi Zumpano tutto solo davanti a Italiano tira debole e centrale. È a questo punto che cominciano i contropiede per lo più sprecati da un opaco Zingari. Se ne contano almeno quattro prima del fischio di metà tempo. L’inizio di ripresa sembrerebbe presentare un altro Sant’Angelo, visto che nel giro di 4’ vanno vicinissimi al gol Zingari e Toscani. Ma la sfida non decolla. Anzi al 34’ Toscani viene espulso per fallo di reazione e gli ultimi minuti non regalano più emozioni.
Aldo Negri

Articoli Tratti da "Il Cittadino" del 21/01/2019