Tabellini 2018-2019

[ Calendario ]

 
Campionato Promozione Girone "E"
4° giornata - 30/09/2018
 
TREVIGLIESE - S. ANGELO      0 - 2
Marcatori : 24’ st Bontempi, 34’ st Odi
 
Formazioni :
TREVIGLIESE : Casi, Rinaldi, Delcarro, Mazzola, Serafini, Garbero, Maffei (32’ st Ghirotti), Piccinini (31’ st Calchi), Rulli, Arrigoni, Pavesi (30’ st Koci).
Allenatore : Radaelli
 
S. ANGELO : Italiano, Spaneshi, Galmozzi, Milani, Dragoni, Fondrini, Giambelluca (21’ st Allieri), Bontempi, Merenda, Constantin (44’ st Toscani), Odi.
Allenatore : Tanelli
 
Arbitro : Spinelli di Milano
 
Note :
 
GIRONE E Si decide nella ripresa la sfida sul campo della Trevigliese: i rossoneri tengono la testa della classifica
Bontempi-Odi: due perle per far volare il Sant’Angelo

TREVIGLIO Due perle nella ripresa, una di Bontempi e una di Odi, mandano in orbita il Sant’Angelo. Che piega a domicilio la temibile Trevigliese, un solo gol subito fino alla vigilia, e spedisce un messaggio inequivocabile al campionato: noi ci siamo. Mister Paolo Tanelli non bada al turn over in vista dell’impegno di Coppa Italia di mercoledì sera, a Cormano, contro il Cob 91. Dopo il turno di squalifica in mezzo alla difesa torna Fondrini a far coppia con Dragoni, Galmozzi è a sinistra e Spaneshi a destra. In mediana giostrano Milani, Bontempi e il classe 2001 Giambelluca, alla seconda consecutiva da titolare, mentre Constantin agisce da collante con l’attacco, completato da Odi e Merenda. L’allenatore della Trevigliese, Redaelli, deve invece fare a meno per infortunio di Zanga e di Ghilardi, avanti della sua formazione. Il primo tempo è sacrificato alla tattica e anche alla paura di andare sotto, con lo spettacolo puro a farne le spese. Le squadre non si sbilanciano e le conclusioni verso le porte avversarie si contano sulle dita di una mano. In avvio, causa pressing dei bergamaschi, Dragoni è spesso costretto al lancio lungo, ma col passare dei minuti il Sant’Angelo riesce a mettere giù maggiormente palla per passare più volte dai piedi di Constantin, che unisce tecnica e passo di categoria superiore a un’inesauribile voglia di correre. È suo l’unico tiro rossonero della prima frazione, su spizzata di Odi, quando scocca il 24’, ma destro al volo dell’ex Verbania termina di molto a lato. Centrano invece lo specchio della porta i due tentativi dei padroni con Piccinini, su punizione e Arrigoni, che si accentra da destra e impatta la sfera di sinistro: Italiano comunque c’è, e risponde senza patemi. Nel secondo tempo la partita svolta e il Sant’Angelo prende possesso delle manovre. Già al 2’ Constantin costringe Casi all’intervento in due tempi su tiro a ridosso del primo palo mentre Odi, al 17’, sfiora il gol del vantaggio su deviazione ravvicinata impegnando l’estremo locale alla paratona, ma era in fuorigioco. Il guardalinee che ne segnala l’offside “battezza” invece dentro il tiro al 24’ di Bontempi, che batte sulla parte inferiore della traversa e cade a ridosso della riga di porta: al di là delle consuete lamentazioni, la sicurezza con cui è presa la decisione depone in favore del gol. Il sussulto trevigliese, l’unico, vede Rulli spedire sciaguratamente di testa alla destra di Italiano il cross di Arrigoni intorno alla mezz’ora, ma poi la bomba mancina di Odi sul primo palo manda in soffitta ogni velleità bergamasca. E il Sant’Angelo vola.
Matteo Talpo

Articoli Tratti da "Il Cittadino" del 01/10/2018