Tabellini 2018-2019

[ Calendario ]

 
Campionato Promozione Girone "E"
8° giornata - 28/10/2018
 
ATLETICO SANGIULIANO - S. ANGELO      2 - 1
Marcatori : 38’ pt Constantin, 3’ st Cataldo, 35’ st Caccianga
 
Formazioni :
SANGIULIANO : Samaritani, Caimi P., Manfè, Jacch (30’ st Brucoli), Bongiorno, Angieri, Merafina (1’ st Tazzi), Venturiero, Caccianiga (37’ st Zoia G.), Cataldo, Zoia L..
Allenatore : Zecchillo
 
S. ANGELO : Italiano, Spaneshi, Vigorelli, Milani (38’ st Cissè), Dragoni, Fondrini, Merenda (38’ st Giambelluca), Bontempi (37’ st Greco), Toscani, Constantin, Odi.
Allenatore : Tanelli
 
Arbitro : Carozzo di Seregno
 
Note : Spettatori 250 circa; ammoniti: Cataldo, Zoia G., Milani Calci d’angolo: 4-4
 
GIRONE E L’Atletico di Zecchillo resta in vetta alla classifica
Decide il gol di Caccianiga: Sant’Angelo “ribaltato”, il Sangiuliano fa sul serio

SAN GIULIANO MILANESE La decide Luca Caccianiga a 10 minuti dalla fine. Atletico Sangiuliano e Sant’Angelo onorano al meglio la partita tra due delle tre capoliste, dando vita a una gara spettacolare, ricca di emozioni ed episodi. Due squadre che si affrontano a viso aperto, senza alcun tatticismo, cercando sempre di colpire nel momento più opportuno. Il Sangiuliano ci riesce, il Sant’Angelo meno, ma alla fine entrambe escono a testa alta da questo confronto. Schieramenti iniziali quasi speculari con il 4-3-2-1 di Gabriele Zecchillo cui risponde il 4-2-3-1 di Paolo Tanelli. Sono i rossoneri a partire meglio nel primo tempo. Al 5’ il colpo di testa in torsione di Toscani fa gridare al gol il numeroso pubblico barasino accorso al “Comunale” di via Toscana, ma la sfera si perde di un nulla sopra la traversa. Lo stesso numero 9 rossonero ci prova al 10’ con un sinistro dal limite che risulta però troppo centrale per impensierire Samaritani. Ancora Sant’Angelo in avanti al 16’ con la punizione di Constantin alto di poco. Il Sangiuliano al primo vero affondo rischia di fare molto male, quando Cataldo al 24’ imbecca con un tocco filtrante Lorenzo Zoia che colpisce a botta sicura, ma la palla sbatte sul palo alla destra di Italiano. Prende però ancora campo il Sant’Angelo che al 38’ passa in vantaggio: Merenda dalla sinistra lavora un buon pallone e mette al centro dove si avventa Constantin che con un delizioso tocco manda il pallone sul palo più lontano dove Samaritani non può arrivare. Il gol galvanizza ulteriormente gli ospiti che poco prima del riposo vanno vicinissimi al raddoppio: Constantin si libera bene e serve Bontempi, il cui tiro a girare sfiora il palo. Nella ripresa dopo una conclusione di Odi che Samaritani respinge con i pugni, cambiano gli equilibri in campo. L’ingresso di Tazzi alza il baricentro dei rossoblù che al 3’ trovano subito il pareggio con un diagonale di Cataldo che sbatte prima sul palo e poi si infila in rete. Due minuti dopo ancora Cataldo mette al centro dove Caccianiga e Lorenzo Zoia non riescono a ribadire in gol. Attacca ora a pieno regime la squadra di Zecchillo che al 19’ è ancora pericolosa: Caimi scende sulla destra e mette in mezzo un bel pallone per Zoia, anticipato proprio all’ultimo. Ma è il Sant’Angelo al 32’ ad avere la colossale occasione per tornare in vantaggio: Toscani sfugge sulla destra e serve al limite dell’area piccola Merenda, che tocca fuori a porta vuota. Sul versante opposto sale in cattedra Venturiero che prima serve Angieri davanti a Italiano, che al volo manda fuori e poi è protagonista dell’assist vincente per Caccianiga che di testa anticipa tutti. Nel finale Toscani sfiora il pari, poi è festa rossoblù.
Andrea Grassani

 
IL DOPOPARTITA Umori opposti negli spogliatoi delle due squadre
Zecchillo: «Bravi a cambiare la partita» Tanelli: «Quell’occasione di Merenda...»

SAN GIULIANO MILANESE C’è tanta felicità nello spogliatoio del Sangiuliano, non solo per la vittoria, ma soprattutto per una prestazione che ha confermato la maturità della squadra di Gabriele Zecchillo dopo la sconfitta di domenica scorsa a Villanterio: «Sono davvero soddisfatto – le parole del tecnico rossoblù – per come siamo stati bravi a cambiare la partita. Nel primo tempo infatti non abbiamo giocato ai nostri ritmi e con il Sant’Angelo non te lo puoi permettere, poi nello spogliatoio ho detto chiaramente ai ragazzi che dovevamo alzare l’intensità e sono stati bravissimi a farlo. Credo che complessivamente la nostra sia una vittoria meritata». Il protagonista della rete che ha deciso la partita, Luca Caccianiga, è contento sia del gol, il sesto stagionale, che della vittoria: «Al momento è la rete più importante della stagione – spiega – anche perché eravamo in svantaggio a fine primo tempo e non era facile rimontare una squadra così forte, su un campo molto pesante. È una vittoria che ci dà morale e ulteriore consapevolezza, soprattutto dopo la sconfitta con il Basso Pavese. Sapevamo di avere subito un’altra partita molto difficile e l’abbiamo affrontata al meglio ». In casa Sant’Angelo Paolo Tanelli ha qualche rammarico, soprattutto per alcuni episodi: «Purtroppo abbiamo avuto la palla del 2-1 con Merenda e non siamo stati  capaci di buttarla dentro, mente poi il Sangiuliano ci ha punito peraltro con merito, perché nel secondo tempo hanno spinto molto. Abbiamo fatto molto bene nel corso del primo tempo, poi invece nella ripresa la gestione non è stata impeccabile. Abbiamo concesso troppo campo al Sangiuliano anche se nel finale con Toscani siamo andati vicini al pareggio. Però era l’occasione di Merenda quella da sfruttare perché avrebbe cambiato tutto»
An.Gr.

Articoli Tratti da "Il Cittadino" del 29/10/2018