A.C. Sant'Angelo 1907

SANTANGEL100

[ Speciale Centenario Home ]

 
TUTTO SU Santangel100

[ La locandina di Santangel100 ]

Calcio Promozione A Sant’Angelo è stata costituita l’associazione che gestirà i rossoneri
Nasce “Santangel 100” sul modello Real

SANT'ANGELO LODIGIANO Si respira aria nuova nella Sant'Angelo calcistica. Mercoledì sera, presso la sede della società al "Chiesa", si è tenuta l'assemblea costituente dell'Associazione Sportivo Culturale "Santangel 100" (il nome richiama il centenario che il club si appresta a festeggiare nella stagione ormai imminente), nata per poter gestire nel corso del prossimo campionato il club da un punto di vista finanziario e sportivo. Prima di procedere è però doveroso spiegare nel dettaglio la situazione. Attualmente esistono in sostanza tre società parallele: la prima è l'Ac S. Angelo il cui proprietario è Luca Gaeli, il quale due anni fa cedette l'intera gestione al S. Angelo Calcio srl fondata dalla triade Meiani Colombo Consonni. La terza in ordine di tempo è appunto l'associazione di cui si parlava in apertura. A fondarla è stato il gruppo che ormai unmese fa iscrisse la compagine al prossimo campionato di Promozione e che da mercoledì si è dato anche un assetto relativamente ai ruoli futuri. Il presidente, per ora, rimane Luca Meiani, che sarà chiamato nell'immediato futuro a dare il proprio avallo a tale operazione (ma non dovrebbero esserci problemi di sorta), il direttore generale diventa Giuseppe Piacentini, mentre il ruolo di direttore sportivo verrà ricoperto da Vittorio Gaudenzi. Cristiano De Vecchi, Matteo Marinoni e Gino Cremascoli saranno consiglieri, il dottor Alfredo Bassi il commercialista e Francesco Cerri l'addetto stampa della società. Infine sulla panchina della prima squadra siederà Paolo Daccò (come è ormai noto) , mentre Mario Bersani è stato confermato alla guida della
Juniores. Entrando nello specifico, sono molte le novità introdotte da questa nuova creatura che in parte richiama i modelli del Real Madrid e del Barcellona. Innanzitutto si tratta di un'associazione priva di scopo di lucro, che ha tra i suoi obiettivi il sostegno sia organizzativo che economico della compagine rossonera. A tal riguardo prossimamente verranno emesse delle tessere associative (il cui valore varierà tra i 20 i 100 euro), che daranno il diritto a ogni sottoscrittore di poter chiedere lumi in ogni momento alla dirigenza circa il buon funzionamento, nonché la trasparenza, dei conti societari. Nell'incontro, oltre alla forte presenza di molti sostenitori anche economici (si parla almeno di una ventina di elementi), è venuto nuovamente alla luce un amore per troppo tempo sopito: «Finalmente dichiara felice Francesco Cerri si è notato un grande interessamento del comparto produttivo e commerciale di Sant'Angelo per le sorti della nostra squadra. Ora certi inutili giochi di critica distruttiva che hanno condotto alla retrocessione sono solo un brutto ricordo».
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 04/08/2006
 
Calcio - Promozione Sono già 250 i tesserati dell’associazione “Santangel100”
«S. Angelo, ti salviamo noi»
I tifosi finanziatori avranno diritto di voto

SANT'ANGELO LODIGIANO È proprio vero, il S. Angelo Calcio ai santangiolini. Quello che in estate era stato il motto con cui la nuova dirigenza si era presentata per salvare il club rossonero da un incredibile fallimento, in questi giorni sta trovando la propria realizzazione pratica. Infatti, a partire da giovedì scorso (giorno della gara interna di Coppa Italia vinta a spese del Marudo) sono in vendita le tessere della "Associazione Santangel100", che danno in pratica a ogni sottoscrittore il privilegio di possedere, per così dire, una parte della squadra. Le tessere, sottoscrivibili presso la tabaccheria Marinoni, il Club del Ponte e allo stadio “Chiesa” in occasione delle gare interne di campionato e nei giorni di allenamento, stanno riscuotendo un grosso successo.A confermarlo è Cristiano De Vecchi, consigliere e uno dei fautori della rinascita calcistica barasina: «È vero - conferma l'assessore al bilancio del comune -, abbiamo dato il via alla vendita delle tessere praticamente una settimana fa e in soli sette giorni siamo già a quota 250. Per dare un'idea di quanto siamo soddisfatti, basti dire che la nostra idea era di arrivare a 500 e visto l'andamento non c'è veramente di che lamentarsi, anzi». De Vecchi rivela poi alcuni retroscena che dimostrano ancora una volta (ce n'era bisogno?) il grande attaccamento della città ai propri colori: «L'importo minimo della tessera è di 20 euro, ma posso tranquillamente rivelare che c'è stato anche chi ha versato delle cifre decisamente superiori».Il possesso di tale quota, oltre a contribuire alla gestione della squadra relativamente alle spese quotidiane (attrezzature e materiali di consumo per esempio), consentirà poi di usufruire del diritto di voto, un particolare quasi unico a livello nazionale. In una serata la cui data è ancora da stabilire, ma che si chiamerà comunque "Serata del centenario", tutti i possessori delle tessere "Associazione Santangel100" godranno del diritto di votare in prima persona il prossimo presidente del club rossonero, per intenderci sullo stile del Barcellona e del Real Madrid in Spagna.La festa, che incoronerà il successore di Luca Meiani (presidente ad interim sino a febbraio dell'anno venturo) e che si terrà presso il "Cupolone", sarà la chiusura ufficiale del tesseramento e vedrà ospite, oltre a una serie di ex glorie del passato barasino, niente meno che Ariedo Braida, attuale dirigente del Milan e indimenticabile bomber negli anni della Serie C. Le iniziative non terminano tuttavia qui. Da novembre, prenderà il via un concorso aperto a tutte le scuole della città e per il quale gli studenti saranno chiamati a disegnare la nuova casacca del S. Angelo, chiamata "Maglia del centenario", che verrà indossata dalla squadra a partire dal girone di ritorno. In occasione delle festività natalizie, verrà lanciata invece una lotteria il cui ricavato andrà per metà alla società e per metà in beneficenza. Pare, infine, che alle porte bussi un nuovo sponsor e per la prima volta da più di 20 anni dovrebbe trattarsi di un'azienda proprio di Sant'Angelo.
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 14/09/2006
 
Calcio Promozione
Il S. Angelo vota il migliore della sua storia

SANT'ANGELO LODIGIANO Proseguono a ritmo serrato le iniziative e le mosse societarie per tornare a far splendere l'offuscato blasone del S. Angelo. Così, se da una parte la dirigenza barasina ha da poco lanciato un intrigante sondaggio per i tifosi rossoneri più accaniti ma anche per gli amanti del buon calcio, dall'altra è stata condotta in porto un'operazione economica di un certo spessore per affrontare al meglio la stagione. Procedendo con ordine, il sondaggio riguarda un quesito sul quale è facile sbizzarrirsi. Chi è stato il miglior giocatore della storia del S. Angelo? A partire dalle prossime gare interne i tifosi che si recheranno al "Chiesa" riceveranno un modulo da compilare indicando le proprie preferenze divise in due sezioni, una riguardante il miglior giocatore professionista (Serie C) e una relativa alle categorie dilettantistiche (dalla Serie D in giù). Un primo voto lo si può però già esprimere sul blog dei tifosi santangiolini consultabile all'indirizzo web www.barasini.blogspot.com, dove in questi giorni non sono mancate le prime preferenze e i primi interessanti risultati. Nella categoria professionisti spiccano nomi mitici come quello dell'indimenticabile Enzo Scaini, ma anche quelli di Mascheroni, Evert Skoglund e Mulinacci, per arrivare a colui che, sebbene non sia mai sceso in campo con la maglia rossonera, ha scritto pagine epiche della storia barasina, vale a dire Carlo Chiesa. Per quel che concerne invece i dilettanti si va dai nomi di Fabio Belloni, Pasquale Manna, Paolo Curti e Danilo Del Monte per giungere persino a Salvatore Cangelosi. Le celebrazioni ufficiali avverranno nella serata del Centenario, che si terrà tra febbraio e marzo dell'anno prossimo al Cupolone di Sant'Angelo.Cambiando fronte, da tre gare a questa parte gli uomini di Paolo Daccò vestono una casacca sulla quale spicca il nome di uno sponsor tutto nuovo, la tipolitografia "Cerri&Servida" di Sant'Angelo. «Il fatto di avere raggiunto un accordo con un'azienda cittadina - commenta Cristiano De Vecchi - ci rende orgogliosi perché è un fatto che non accadeva da trent’anni. Grazie al suo contributo, oltre all'acquisto di Bassi ci stiamo muovendo per altri colpi di mercato».
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 20/10/2006
 
Calcio Promozione
Stasera il S.Angelo si presenta ai soci: sono attese novità sul fronte mercato

SANT'ANGELO LODIGIANO E finalmente venne il giorno tanto atteso. Dopo un’estate a dir poco travagliata, il nuovo S. Angelo questa sera si presenta a tutti i nuovi soci. L’appuntamento, che può essere considerato sia come serata di gala che come prima riunione societaria allargata, si terrà alle ore 21.15 presso la sala congressi della Banca popolare italiana a Sant’Angelo. All’avvenimento saranno presenti un ampio spettro di ospiti. In primis la nuova dirigenza, che oltre a presentarsi al grande pubblico per la prima volta parlerà anche del lavoro svolto finora da quando la squadra venne iscritta in extremis all’attuale campionato di Promozione. Saranno poi presenti gli sponsor, la compagine guidata da mister Paolo Daccò e la Juniores di Mario Bersani, oltre ovviamente a tutti i nuovi soci dell’associazione “Santangel 100”, le cui quote, che sono già in vendita da tempo, potranno essere acquistate ancora anche questa sera. L’occasione in particolare servirà alla distribuzione delle tessere nominali già sottoscritte, che poi daranno modo di esercitare un diritto di voto in seno alla società sullo stile del Real Madrid e del Barcellona in Spagna. Nel corso della serata verranno poi toccati altri punti di un certo interesse sia sportivo che socioculturale. Per quel che concerne il lato calcistico, non è escluso che vengano preannunciati dei possibili nuovi colpi di mercato, mentre sull’altro fronte troveranno realizzazione alcuni progetti che Cristiano De Vecchi aveva già anticipato a suo tempo. A breve anche i tifosi, in occasione delle gare interne dei barasini, potranno votare il giocatore del centenario (cosa che è già possibile fare sul sito www.barasini.blogspot.com) e infine verrà lanciata l’iniziativa, rivolta alle scuole santangioline, “disegna la maglia del centenario”, che poi verrà indossata dalla prima squadra.
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 10/11/2006
 
Calcio Promozione Progetti molto ambiziosi
Pieno di entusiasmo con “Santangel100”

SANT'ANGELO LODIGIANO Questo nuovo S. Angelo fa proprio sul serio. Venerdì sera, presso la sala congressi della Banca Popolare Italiana di Sant'Angelo Lodigiano, si è tenuta la presentazione della nuova società barasina, nata questa estate dalle ceneri della vecchia gestione. All'assemblea, che ha visto partecipare molti tifosi e appassionati, erano presenti una folta schiera di personalità. In primis il sindaco Giuseppe Carlin, poi Giuseppe Ferrari (presidente della locale Confcommercio) nonché tutta la dirigenza rossonera con i giocatori della prima squadra e della Juniores, e naturalmente i sottoscrittori dell'associazione "Santangel100". Sì, perché la riunione ha avuto come primo obiettivo il tesseramento di nuovi soci e la distribuzione delle tessere a chi invece aveva già dato il proprio assenso a questo progetto in precedenza. Oratore della serata Giuseppe Piacentini che dal palco, attorniato da due splendide ragazze di rossonero vestite, con l'ausilio di alcune proiezioni ha ripercorso le tappe che hanno condotto all'improvvisa rinascita della società barasina. Era il 31 luglio (ultimo giorno possibile per l'iscrizione della squadra alla Promozione) quando Cristiano Devecchi, Piero Altrocchi e Matteo Marinoni permisero sul filo del rasoio al S. Angelo di presentarsi ai nastri di partenza di questa stagione. Nei giorni successivi la composizione della squadra, con Manna che accetta incondizionatamente la nuova sfida e fa il suo ritorno in rossonero, ma anche la definizione della nuova dirigenza così composta: Gino Cremascoli presidente pro tempore, Vittorio Gaudenzi direttore sportivo, Matteo Marinoni responsabile organizzativo e accompagnatore della prima squadra, unitamente a Diego Tonali e Marco Carlin, Ezio Galli segretario e Francesco Cerri addetto stampa; per quel che concerne invece il lato economico, Piero Altrocchi è il tesoriere, mentre Alfredo Bassi il commercialista. Cristiano Devecchi, tra i principali fautori di questo S. Angelo, non ricoprirà ruoli dirigenzialima collaborerà in veste di "trait d'union" tra la squadra e la società. Nel ricordare come "Santangel100" si fondi su due punti cardine, la caratteristica di non avere scopo di lucro e il diritto di voto per ogni socio in base alle proprie quote (del costo di 20 euro cadauna), Piacentini ha poi ribadito come fattori basilari un costante rapporto con gli oratori di Sant’Angelo e un settore giovanile florido (qui esiste già un progetto di sviluppo per la stagione 2007/08), ringraziato Cerri&Servida che è il nuovo sponsor da qualche settimana a questa parte. Così il ds Vittorio Gaudenzi: «Per me si tratta della prima esperienza da direttore sportivo e per ora non posso che fare un grosso in bocca al lupo a tutta la società». Mister Paolo Daccò ha invece rivelato un retroscena: «Ringrazio innanzitutto il mio gruppo e la società, che mi ha dato l'occasione di allenare nuovamente. A inizio stagione ho chiesto di non venir sostituito a campionato in corso e da parte della dirigenza ho ricevuto un sì». Ricordate infine altre due iniziative; “Vota il giocatore del secolo” (due preferenze da esercitare con l'anno 1980 a fare da spartiacque) e “Disegna la maglia del centenario”, concorso aperto a tutti fino al 21 dicembre e che sarà quando una giunta formata da tre esperti valuterà le proposte.
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 14/11/2006
 
Calcio - Promozione Presentato il bilancio
Ora "Santangel100" cerca un presidente

SANT'ANGELO LODIGIANO Prima assemblea societaria per "Santangel100", l'associazione a sottoscrizione popolare nata nello scorso autunno per sostenere le sorti sportive del S. Angelo Calcio. Venerdì sera, alla presenza del sindaco di Giuseppe Carlin, la dirigenza barasina ha convocato i propri soci presso il Cupolone per trattare i seguenti ordini del giorno: presentazione del bilancio consuntivo al 31 dicembre 2006, requisiti e modalità per presentare una candidatura alla presidenza per la prossima stagione e, infine, le manifestazioni che accompagneranno i rossoneri in questo 2007, anno del centenario.
La prima parte dell'assemblea è stata riservata a temi economici e finanziari, con il commercialista del S. Angelo Alfredo Bassi a illustrare il bilancio relativo all'associazione "Santangel100". Ne è emerso un quadro positivo, infatti tra ricavi e costi l’avanzo è di 7.000 euro, mentre risulta che i tesseramenti di tifosi e appassionati hanno portato nelle casse societarie quasi 11.000 euro. Questi numeri, relativi solo a "Santangel100", si affiancano a quelli del S. Angelo Calcio Srl, ancora di proprietà della famiglia Gaeli e che in estate ha ceduto la gestione sportiva della società all'attuale dirigenza: questioni che però non competono ai soci sottoscrittori di "Santangel100". Nei prossimi mesi però vi saranno degli incontri per valutare un'eventuale cessione del S. Angelo Calcio da parte di Gaeli.All’assemblea sono state poi illustrate le caratteristiche che dovranno soddisfare i candidati alla presidenza per la stagione ventura. Il singolo imprenditore, o un'eventuale cordata, dovrà presentare una lista con i nomi dei quadri dirigenziali, un budget con relativo piano finanziario e soprattutto garantire la somma minima di 20.000 euro che consentirà di gestire, oltre alla prima squadra, anche la ristrutturazione del settore giovanile. E se nessuno dovesse presentarsi? Nessun problema, l'attuale dirigenza ha assicurato tutti circa la propria volontà di proseguire nella gestione sportiva del S. Angelo.
Esauriti i temi prettamente burocratici sono state presentate le manifestazioni in programma per festeggiare il centenario rossonero. Si comincia lunedì 16 aprile quando, sempre al Cupolone, verrà organizzata una cena di gala e nel contempo verrà anche premiato il "giocatore del secolo", (ogni domenica si può esprimere il proprio voto all'ingresso dello stadio in occasione dei match casalinghi del S. Angelo). Saranno invitati circa 60 giocatori del passato barasino, una quarantina di società, molte delle quali professionistiche, e Ariedo Braida, attuale direttore generale del Milan ma grande attaccante rossonero degli anni '70. Infine, in occasione dell'ultima di campionato, il 6 maggio, scatterà la giornata "Tutti allo stadio", nella quale sono già state invitate la classi delle scuole elementari e medie per gremire gli spalti del "Chiesa".
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 20/03/2007
 
Calcio - Promozione Ex giocatori, allenatori e presidenti si ritroveranno per rivivere un secolo di storia rossonera
Il S. Angelo si prepara per la sua festa
Ospiti d’eccezione lunedì al Cupolone alla “serata del Centenario”

SANT'ANGELO LODIGIANO Cento anni di storia tutti da vivere in una serata di gala. È questo l'obiettivo della dirigenza del S. Angelo, che per lunedì 16 aprile ha organizzato un grande evento celebrativo per festeggiare il primo secolo di vita della squadra barasina, nata appunto nel 1907. La "serata del Centenario", questo il nome della manifestazione, avrà luogo al Cupolone di Sant'Angelo Lodigiano alla presenza di un più che nutrito numero di ospiti d'onore. Il biglietto d'ingresso (30 euro) permetterà di godere di alcune ore nelle quali verranno ripercorsi tutti gli anni della storia rossonera fino ai giorni nostri. Il programma dell'avvenimento (che scatterà alle ore 20) si svolgerà come una vera e propria serata di gala; tutti i presenti, comodamente seduti per la ricca cena, si gusteranno, oltre alle portate di natura culinaria, anche vari filmati della storia barasina.
L'attesa è però tutta riservata al grande e prestigioso numero di ospiti invitati, tutti indissolubilmente legati alle vicende che hanno reso indimenticabile il passato del S. Angelo. Si comincia dalle società calcistiche che nei mitici anni della Serie C hanno combattutto sul campo epiche battaglie con la squadra barasina: per fare qualche nome basta citare il Piacenza (che per molti ha rappresentato negli anni che furono il vero e proprio derby a Sant'Angelo), per poi continuare con Cremonese, Atalanta, Pro Patria e Udinese, anche se la partecipazione di un rappresentante di quest'ultima compagine, alla luce della grande distanza geografica da coprire, è ancora in dubbio. Relativamente ai club del nostro territorio, si spazia dal Fanfulla (altro rivale storico dei colori rossoneri), al Sancolombano (con il quale i rapporti sono ottimi visti anche i prestiti nell'attuale stagione dal Bano di Podini e Imparato), per arrivare alla matricola Marudo, quest'anno per la prima volta in assoluto avversaria dei "cugini" e vicini di casa.
Non mancheranno, ovviamente, le presenze di alcuni tra i giocatori più famosi di qualche decennio addietro e dei tempi più recenti. Ha confermato la propria presenza anche Ariedo Braida, attuale direttore generale del Milan che, così dicono alcune indiscrezioni, potrebbe presentarsi addirittura con Adriano Galliani, numero due del club rossonero dopo Berlusconi. Proseguendo nella lista si trovano poi i nomi di Peroncini, Cappelletti, Previdini, Mulinacci, Carboni, Rossini, Skoglund (ancora in forse) e Dall'Orso, ma la lista è destinata ad allungarsi. Folto anche il gruppo di ex allenatori e di ex presidenti: tra i primi Giancarlo "Pantera" Danova, Marzio Buscaglia, Virginio Gandini, Maurizio Tassi e Marino Bracchi, mentre per quel che riguarda i presidenti ci saranno Pisati, forse Pietro e Luca Gaeli, Antonio Arrigoni e persino la triade dello scorso anno Meiani, Consonni e Colombo. Proprio il figlio di Arrigoni, Ivan, allieterà tra l'altro gli ospiti con delle esibizioni canore.
Infine è da ricordare la premiazione del giocatore del secolo, a sua volta suddivisa in due categorie: in quella relativa ai professionisti, si parla di un testa a testa tra Derio Marchesi e Aldo Accerbi, per quella dei dilettanti invece il duello pare si risolverà tra Fabio Belloni e Paolo Curti.
Chi vuole bene al S. Angelo, ma al calcio in generale, è dunque invitato: tutti questi nomi lo attendono.
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 13/04/2007
 
Cent’anni di calcio in una serata da «amarcord»

di LUIGI ALBERTINI
— SANT’ANGELO LODIGIANO —

IL SANT’ANGELO calcio compie cento anni. Domani sera a partire dalle 20, nella «Serata del centenario», verrà ripercorsa la storia della squadra barasina. La serata si terrà al «Cupolone», struttura del centro sportivo comunale.
Saranno presenti molti ospiti che hanno contribuito a scrivere la storia del glorioso club santangiolino, oggi rifondato da dirigenti locali e partito dal campionato di Promozione. Durante la serata, i protagonisti d’un tempo racconteranno la propria storia e saranno proiettati video per ricordare le epiche gesta di cento anni di calcio. Soprattutto, si accenderanno i riflettori sugli anni gloriosi delle serie C-1 e C-2. Momenti particolari saranno dedicati anche ai campionati in D ed Eccellenza.

ALCUNI RICORDANO ancora quando in serie C, al «Comunale» di Sant’Angelo arrivarono squadre del calibro dell’Udinese, Atalanta, Cremonese, Modena e altre ancora. Lo stadio fu ribattezzato «Chiesa» in onore dell’omonimo patron, defunto prematuramente, che fece toccare le più alte vette al calcio barasino. Come non ricordare un derby famoso, quello tra Sant’Angelo e Monza, disputato per esigenze di capienza addirittura a San Siro a Milano, di fronte a 35mila spettatori. Sono attesi alla festa personaggi come Ariedo Braida, direttore del Milan, che disputò gli ultimi anni da calciatore proprio nelle file del Sant'Angelo in serie C, quando nel consiglio di amministrazione del club figurava un certo Adriano Galliani.

SI FANNO anche i nomi di Peroncini, Cappelletti, Prevedini, Mulinacci, Carboni, Rossini, Skoglubd. Tra gli ex allenatori, dovrebbero intervenire Giancarlo Danova, Marzio Buscaglia, Virginio Gandini (oggi tecnico del Fanfulla ma in passato giocatore del Sant’Angelo), Maurizio Tassi (che allena i "cugini" del Sancolombano), Marino Bracchi. Tra i presidenti storici, ci saranno la famiglia Gaeli, Antonio Arrigoni, Peppino Pisati. Sono sicure le partecipazioni delle "bandiere" rossonere Derio Marchesi e Fabio Belloni, oltre a Paolino Curti.

Articolo tratto da "Il Giorno" del 15/04/2007
 
Calcio - Promozione Grande festa domenica in occasione della sfida decisiva con l’Accademia
A S. Angelo “Tutti allo stadio”
Il “Chiesa” apre agli studenti delle scuole elementari e medie della città

SANT'ANGELO LODIGIANO Proseguono le celebrazioni per festeggiare i cento anni di vita del S. Angelo Calcio. Domenica, in occasione dell'ultima giornata di campionato (decisiva per i rossoneri in ottica play off), al “Chiesa” è in programma la giornata “Tutti allo Stadio”.
Novità assoluta sulla piazza barasina, la manifestazione annunciata ricca di sorprese, prenderà il via, prima ancora che allo stadio, già domenica mattina al mercato cittadino (che si svolge nelle vie centrali del paese) con molti componenti della rosa del S. Angelo presenti tra i banchi di vendita per distribuire, grazie ad appositi banchetti installati per l'occasione, bandiere rossonere che i tifosi potranno utilizzare poi nel pomeriggio durante la sfida contro l'Accademia Sandonatese.Il “Chiesa” aprirà invece i battenti fin dalle ore 14 e i suoi spalti potrebbero essere presi d’assalto dalla festosa invasione di circa un migliaio (se tutti dovessero accorrere) di bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie di Sant'Angelo. La dirigenza barasina ha comunicato di aver ufficialmente invitato gli alunni degli istituti “Cabrini”, “Baracca”, “Collodi” e “Morzenti”, i quali saranno muniti di bandierine rossonere per colorare come non mai lo stadio. In anteprima alla partita di Promozione S. Angelo-Accademia Sandonatese, come prima manifestazione è in programma un'amichevole tra due squadre giovanili appartenenti rispettivamente all'oratorio di San Rocco e di San Luigi, mentre alle 14.45 ci sarà l'estrazione dei premi della lotteria del centenario, i cui biglietti furono venduti durante la grande serata di gala organizzata lo scorso 19 aprile presso il “Cupolone” per celebrare il centenario. In parziale variazione rispetto agli anni passati, il trofeo istituito dal Club del Ponte e dedicato alla memoria di Enzo Scaini, per il miglior giocatore della stagione, verrà assegnato proprio prima dell'ultima gara di campionato; indiscrezioni vedono un testa a testa tra Riccardo Galmozzi, Rocco Crippa e Pasquale Manna.
Matteo Talpo

Articolo tratto da "Il Cittadino" del 04/05/2007